Libro di Giobbe

image_pdfimage_print

Libro di Giobbe: Scopo

Prefazione

Il libro di Giobbe fa il canone sacro, insieme ai libri dei Proverbi e dell’Ecclesiaste, insieme denominato Wisdom Books.

Dal punto di vista letterario molti autori classificano il Libro di Giobbe come dramma e ruolo dei dialoghi, monologhi, proverbi e detti che contiene, interpretare il libro dal punto di vista dell’esperienza umana.

Non si può negare che il libro di Giobbe è di ricchezza inestimabile da un punto di vista letterario, ma anche per il loro valore, come la poesia, per non parlare del suo contenuto storico. Tuttavia, il tesoro che è nel libro di Giobbe non è letteraria, filosofica, storica, sociologica e anche psicologico.

Lo scopo di questo saggio è quello di portare alla luce un problema che passa inosservato da molti lettori del Libro di Giobbe:

“Come il peccatore può essere giusti davanti a Dio?”

Nella stragrande maggioranza dei libri e studi sul libro di Giobbe, mette in evidenza la difficile situazione del patriarca, che favorisce numerose discussioni polarizzazione filosofiche, antropologiche e anche ontologiche.

Pochi si rendono conto che il Libro di Giobbe il soggetto non è sofferenza. Pochi possono vedere che il Libro di contenuto del lavoro dà al corpo una parabola, attraverso una storia enigmatica e che l’interpretazione richiesta.

Il libro di Giobbe serve come uno specchio, che riflette la giustizia del l’uomo più perfetto che sia mai vissuto, cade a corto di giustizia di Dio. l’integrità di Giobbe stabilisce un contrasto che mette in evidenza la giustizia di Dio, in modo che la sofferenza diventa mero sfondo per rivelare una verità essenziale per l’uomo.

Lo scopo di questa prova, non necessariamente in ordine, è:

a) Per dimostrare la giustizia di Dio, in contrasto con le qualità di lavoro;

b) individuare la ragione del lavoro è stato scelto come protagonista di questa storia;

c) Per portare alla luce il ruolo degli amici di Giobbe e la vista superficiale, che ha avuto la giustizia di Dio;

d) adottare alcuni elementi rilevanti per l’opera di Satana e come è il loro attacco contro i servi di Dio;

e) Per dimostrare la superiorità della conoscenza di Elihu, in relazione ad altri amici di Giobbe;

f) Spiegare la differenza tra la giustizia divina e la “giustizia” umana;

g) chiarire le ragioni per cui lavoro fu rimproverato da Dio e quale lezione che dobbiamo imparare attraverso la vita del tuo servo!

Perché la verità radicata nelle pagine di questo libro così sorprendente, questa è la mia preghiera, affinché il Signore continua a rivelare, attraverso la persona benedetto del suo Figlio Gesù Cristo, e che siamo in grado di comprendere appieno il loro scopo e grazia, per , che Dio può essere conosciuto, è stato rivelato nella grazia e bontà, attraverso la manifestazione nella carne di Cristo Gesù, nostro Signore. Amen!

-notes L’autore.

Traduttore: Paulete  Heather Correa

Gual è lo scopo Del libro di Giobbe?

Il libro

Il libro di Giobbe è classificato come poetica, così come i cinque libri di Salmi, Proverbi, Eclesiastes, Cântico dei Cantici e Lamentazioni. Gli studiosi rango anche il Libro di Giobbe, come il Libro Del La Sapienza, così come Il Libro dei Proverbi e dell’Ecclesiaste.

Perché classificare come poetica e la saggezza del Libro di Giobbe? A causa della struttura dei dialoghi tra Giobbe ed i suoi amici costruiti attraverso molti parallelismi ”.

Per il parallelismo, che dà la sostenibilità alla poesia ebraica, abbiamo la valutazione del pensiero, attraverso l’accento, la ripetizione, il contrasto e l’elaborazione di idee, senza tenere conto di fattori come il ritmo, rima e la metrica, elementi chiave per la poesia Gli occidentali.

come la struttura della poesia ebraica risiede nello sviluppo di idee, la traduzione del testo in altre lingue consente di avere una maggiore precisione e la conservazione del testo dell’idea, che non si verifica nella poesia occidentale l’impossibilità di trasporre ritmo, rima e metrica per qualsiasi traduzione.

La poesia “Song of the Exile ‘, da Gonçalves Dias, per esempio, è squisita dal ritmo, rima e metro, in modo che la melodia, il concatenamento del ritmo, come la rima, permette di descrivere la bellezza dell’ autore della terra con leggerezza dispari, il punto di vista patriottico e nazionalista.

nota:

“La mia terra ha palme,

Dove canta Sabia;

Gli uccelli Che cantano qui,

“Non cantare come se ci fosse.”

La versione inglese è simile al seguente:

“My land has palm trees

Wherethe thrush sings.

The birds that sing here

Do not sing as they do there”

Il ritmo e rima che dà grazia al testo si perdono nella traduzione e solo le espressioni figurative rimangono intatte.

Già, il parallelismo, la base della poesia ebraica, funziona analogie attraverso confronti, al fine di rendere il lettore completano un’idea di semplici deduzioni indotti da figure retoriche, come personificazioni, iperboli, metafore, similitudini e allitterazioni.

evidenziamo alcuni tipi di parallelismi importanti per illustrare:

parallelismo sintetico (o, formale, costruttiva) funziona un pensiero nella prima riga della poesia e la seconda linea si sviluppa e arricchisce l’idea che è in prima linea, che costituisce la strofa, attraverso un rapporto di causa ed effetto. Nota:

“I cieli narrano la gloria di Dio e

il firmamento annunzia l’opera delle sue mani” (Salmo 19: 1)

Il parallelismo sintetico è diviso in altri tre, e cioè:

Conclusione: “Ma io ho consacrato il mio re sopra il mio santo monte di Sion” (Salmo 2: 6);

Confronto: “E ‘meglio confidare nel Signore che confidare nei potenti” (Salmo 118: 9) e;

Motivo: “Baciate il Figlio, di essere arrabbiato, e voi periate nella vostra via, quando presto accendere la sua rabbia; Beati tutti quelli che confidano in lui” (Salmo 02:12).

Dias Gonçalves, Song of the Exile, dal primo angolo

D’altra parte, il parallelismo antitetico fabbrica un pensiero in due linee attraverso l’opposizione di idee, dove la seconda riga della poesia esprime l’idea opposta alla prima idea riga:

“Poiché L’ETERNO conosce la via dei giusti;

Ma gli empi periranno dal modo” (Salmo 1: 6)

Già, il parallelismo sinonimica funziona un’idea espressa due volte, con termini diversi, in due linee:

“Solleva l’indigente dalla polvere e letamaio solleva Il bisognoso “(Salmo 113: 7)

Avere dominio delle peculiarità di parallelismo, La composizione della poesia ebraica, aiuta notevolmente nella lettura e Il libro di Giobbe analisi.

Il libro di Giobbe, troppo, è classificato come il Libro della Sapienza, perché gli studiosi ritengono che il libro tratta questioni pratiche rilevanti per l’esistenza umana, come ad esempio il fatalismo, il materialismo, la spiritualità, la sofferenza, la morale, ecc

Un’altra domanda accademica che orbita attorno il libro di Giobbe è di circa il suo proprio e può oggi è stato scritto. Non c’è una risposta sicura per entrambi e quando parte per il campo della speculazione, opinioni abbondano! Niente qui parlare.

Il significato del nome ‘lavoro’, l’ebraico בוֹיּאּ, traslitterato “Iyyob” probabilmente deriva da una radice che significa ‘indietro’ o ‘pentirsi’ o, ‘Ayeb’ ebraica ‘perseguitato’.

Siamo in grado di disegnare il seguente Libro di Giobbe Outline:

1. Lavoro è provata e sofferenza diventa lo sfondo della storia: (Giobbe 1: 1 a 2,13);

2. TRE amici di Giobbe cercano di consolarlo, ma prima denuncia di Giobbe inizia un ciclo di discorsi in difesa di Dio, Che indicano condizioni di lavoro a causa dei loro errori (Giobbe 3: 1 a 31: 40);

i) Compianto di Giobbe (Giobbe 3: 1-26);

ii) Elifaz di posizionamento (Gb 4: 1 a 5,27) e la replica di lavoro (Job 6: 1 a 7,21);

iii) Bildad di posizionamento (Giobbe 8: 1-22) e della replica (Giobbe 9: 1 a 10,22);

iv) Zofar di posizionamento (Giobbe 11: 1-20) e la replica di Giobbe (Giobbe 12: 1 a 14:22).

v) Elifaz di posizionamento (Giobbe 15: 1-35) e la replica di Giobbe (Giobbe 16: 1 a 17,16);

vi) Bildad di posizionamento (Giobbe 18: 1-21) e la replica di Giobbe (Giobbe 19: 1-29);

vii) Zofar di posizionamento (Giobbe 20: 1-29) e la replica di Giobbe (Giobbe 21: 1-34).

viii) Elifaz di posizionamento (Giobbe 22: 1-30) e la replica di Giobbe (Giobbe 23: 1 a 00:25);

ix) Bildad di posizionamento (Giobbe 25: 1-6) e replica di Giobbe (Giobbe 26: 1 a 31:40).

3. Esposizione Elihu (Giobbe 32: 1 a 37:24);

4. Domande di Dio (Giobbe 38: 1-42: 6);

Perché i giusti soffrono?

Durante la ricerca diversi libri e commenti sul libro di Giobbe, le considerazioni orbitano sempre la sofferenza e quasi all’unanimità dare come tema del libro della sofferenza dei giusti[1].

I commentatori in genere si distinguono in grassetto, la seguente questione:

“Perché i giusti soffrono?”

Le considerazioni di studiosi che si rivolgono sulla sofferenza, sono diversi e, tra questi, si evidenziano le principali:

  • Dio ha permesso la sofferenza di Giobbe per essere giustificata con l’accusa di Satana;
  • Dio permette la sofferenza del giusto come un mezzo per purificarla[2];
  • La mente dell’uomo è molto piccolo, in modo da poter capire le motivazioni di Dio nella sofferenza del giusto;
  • Dio aveva piena fiducia che Giobbe sarebbe venuto fuori il calvario, pienamente approvato;
  • Dio ha sconfitto Satana attraverso la sofferenza di Giobbe;
  • Giobbe era l’uomo più giusto che ha risposto alle alte reclames della giustizia divina, etc.

Se il Libro di Giobbe tema è la sofferenza del giusto[3], per deduzione, è necessario concludere che la sofferenza degli empi è pienamente accettabile. Leggendo il libro di Giobbe, siamo portati a capire che i malvagi dovrebbe soffrire?

Studiando il Libro di Giobbe ignorato il approcci teorici che compaiono negli studi biblici ei libri di teologia. Ho letto e riletto più volte il Libro di Giobbe, per raggiungere la seguente conclusione: è impossibile trovare nel libro di Giobbe una risposta alla sofferenza dei giusti, come la sofferenza, o il problema di disgrazie che affliggono il giusto, non è oggetto il libro.

Nonostante il consenso che la sofferenza dei giusti è il tema del libro di Giobbe, là tra gli accademici, una risposta plausibile per presentare un motivo[4] per dare risposta alla domanda – ‘Perché i giusti soffrono?’[5].

Infatti, il Libro di Giobbe non cerca di rispondere alla domanda della sofferenza dei giusti e nessuno dei due è stato scritto con l’obiettivo di presentare una teoria generale dell’umanità[6] sofferente.

Il tema del libro di Giobbe è l’insegnamento e la sofferenza è solo lo sfondo, come il tema del libro nasce da una verità indispensabile per l’uomo: la giustizia dell’uomo è breve della giustizia di Dio.

Lo scopo del libro è quello di rivelare una verità superiore per l’idea di soffrire problemi: come è la giustificazione dell’uomo. La sofferenza è uno degli elementi che fomentato le domande, circa la giustizia di Dio e come l’uomo potrebbe essere giusto davanti a Lui.

Caro lettore, non si vuole scoraggiare la lettura del libro di Giobbe come un geologo che scoraggia un visionario non cercare petrolio in una zona in cui si sospetta che ci sia prezioso oro nero, ma non riesce a mettere in guardia che ci sia un grande valore di diamanti quella terra.

Il nostro obiettivo è che il lettore a trovare l’essenza del libro di Giobbe e per questo è necessario che l’oggetto da sostituire in modo che il lettore deve trovare il grande tesoro incorporato in questa storia.

Il lettore della Bibbia ha notato che la storia di Giobbe descrive una persona che supera qualsiasi ideali umani di giustizia? Le pratiche di condotta, carattere, onestà e lavoro sono oltre le nostre pratiche quotidiane di giustizia?

Ora, se di lavoro, in possesso di un personaggio che, a nostro avviso, vicino alla perfezione; se le azioni quotidiane del patriarca testimoniato a favore della sua rettitudine e integrità[7] e; se lavoro, per vedere il Creatore, era ripugnante e dispiaciuto, immaginate se voi o io contemplássemos Dio?

“con le orecchie che avevo sentito parlare di voi, ma ora si vedere i miei occhi. Perciò io aborro, e pento nella polvere e cenere” (Giobbe 42: 5-6).

Dopo rinunciare considerando la sofferenza del giusto e il Libro di Giobbe tema, ero nord. E ‘stato necessario mettere giù un palo, segnando un punto’ zero ‘, e tornare al mio considerazioni e rileggere il libro, considerando gli altri libri della Bibbia. E ‘stato quando mi sono imbattuto nel seguente versetto:

“Per ciò Che prima è stato scritto per nostra istruzione è stato scritto in modo Che attraverso la pazienza e la consolazione delle Scritture la speranza.” (Romani 15: 4)

Se tutto Che è stato scritto in precedenza, si propone di insegnarci ciò Che Dio vuole insegnare attraverso Il libro di Giobbe? Cosa c’è nel libro di Giobbe, Che ci dà speranza? Non vi è ‘di pazienza’ e ‘di consolazione’ nella storia di Giobbe?

ho dovuto tornare ai Vangeli, le Epistole, i profeti e la legge, e se il lettore vuole svelare lo scopo del Libro di Giobbe, vieni con me. Una digressione è essenziale per capire l’insegnamento che è incorporato nella trama di Giobbe, in quanto è necessario scavare per l’oro nascosto nella roccia, nel cuore della terra.

 

Il male sotto Il sole

Non troveremo nella Bibbia, una risposta alla domanda – ‘Perché i giusti soffrono’, però, ci dice che c’è il male in relazione a tutto ciò che si fa sotto il sole: accade, lo stesso modo, tutti!

“tutte le cose vengono ugualmente a tutti; lo stesso evento per il giusto e l’empio, il buono e puro, e l’impuro; Così, mentre sacrificando da non sacrificare; pertanto, la buona, come Sinner; a bestemmiare, come chi teme un giuramento. Questo è il male fra tutto ciò che si fa sotto il sole; tutti seguono lo stesso” (Ecclesiaste 9: 2-3).

The Preacher fa notare che vi è un male in tutto ciò che viene fatto in questo mondo: tutto ciò avviene anche per tutti. Gli eventi in questo mondo, se buono o sono cattivi, non preferiscono per raggiungere la fiera o cattivo!

Se solo i giusti soffrono, non ci sarebbe motivo per verificare la sofferenza dei giusti. Allo stesso modo, se solo i malvagi soffrono, si potrebbe dilungarsi su. Ma come tutto avviene anche per tutti, un male che esiste tra tutto ciò che è fatto sotto il sole, diventa chiaro che non vi è alcun motivo di mettere in dubbio la sofferenza, quando colpisce i giusti.

Anche il inciampare giusto in molte cose (Giacomo 3: 2) e si lamentano dei propri errori (Lam 3:39). Il lavoro e il dolore sono rilevanti per il mondo degli uomini esercitare gli stessi, quindi non c’è alcun motivo per mettere in dubbio circa la sofferenza dei giusti. “Ho visto l’opera che Dio ha dato ai figli degli uomini, per lui l’esercizio” (Ec 3:10; Genesi 3,17).

The Preacher dà consigli agli uomini, sia giusto o malvagio, e mostra il motivo per cui vi è il giorno di problemi: in modo che l’uomo non può scoprire tutto ciò che sarà dopo di lui.

“Nel giorno della prosperità ha il diritto, ma nel giorno triste rifletti: perché, anche, Dio ha fatto questo a differenza di quello, in modo che l’uomo non può scoprire tutto ciò che sarà dopo di lui” (Ec 7 : 14).


[1] “Questo libro affronta il problema teorico del dolore nella vita dei credenti. Cerca di rispondere alla domanda: Perché i giusti soffrono? Questa risposta arriva in un triplice modo: Dio merita il nostro amore a parte le benedizioni che dà; 2) Dio può permettere la sofferenza come mezzo di purificare e rafforzare l’anima in pietà; 3) pensieri e le vie di Dio sono mossi da considerazioni troppo vaste per la mente del povero da comprendere, poiché l’uomo non può vedere i grandi temi della vita con la stessa ampia visione dell’Onnipotente. ” Archer, Gleason L., merita la fiducia del Vecchio Testamento? Tradotto da Gordon Chown. – San Paolo: Zondervan, 1998. Ristampe Pagina 407 ..

[2] “Dio, attraverso la sofferenza, può portare il peccatore alla conversione e salvezza”. de Almeida studio della Bibbia. Barueri – SP: Bible Society del Brasile, 2000. Page 549.

[3] “Il libro di Giobbe è un capolavoro di letteratura sapienziale. Si tratta di un romanzo storico drammatico il giusto, sempre fedele alle leggi e tradizioni. L’autore o gli autori si intrecciano prosa e poesie, con le più svariate questioni teologiche e sociali come la sofferenza umana, umana e la trasformazione sociale, il bene e il male, la dottrina della punizione, tra gli altri. ” Nuova Bibbia di Gerusalemme, Editore Paulus, 2014 (nota), pag. 628. (Giobbe 42: 7-17)

[4] “Il tema del libro è stato dato come ‘Il problema della sofferenza, il rapporto tra sofferenza e il peccato, o che cosa sono le leggi governo morale di Dio nel mondo?’ Tutto questo è discusso da vari punti di vista; e, attraverso la discussione, siamo portati a una comprensione più saggia di questi misteri perpetue; ma il libro si conclude senza il problema è stato risolto. ” McNair, S. E. spiegato Bibbia, 4 ° Edizione, RJ: CPAD, 1983. Page 167 (citazione Scroggie).

[5] “C’è solo una domanda che conta davvero: Perché le cose vanno così male alle persone buone? (…) Si tratta di un libro difficile da comprendere, un libro profondo e bello sui temi più profondi, il bene del problema della sofferenza “. Kushner, Harold S. “Quando le cose brutte accadono alle persone buone”, traduzione Francisco de Castro Azevedo. – San Paolo: Nobel, 1988. Pp. 15:38.

[6] “soggetto Del libro è la provvidenza e il governo etico di Dio nella luce del molto vecchio problema della sofferenza di un uomo giusto. Per questo problema, né di lavoro è giustificata, né i suoi tre amici lo ha accusato di peccato, ha trovato la soluzione “. Scofield, C. I., Scofield Bibbia, con i riferimenti (nota).

[7] Integrità – non vuol dire Che Giobbe era senza peccato, ma piuttosto è stato onorato; integro verso la ‘piena’, rassegnato a non violare ciò che era giusto l’altro.

Claudio Crispim

Nasceu em Mato Grosso do Sul, Nova Andradina, em 1973. Aos 2 anos, sua família mudou-se para São Paulo, onde vive até hoje. O pai ‘in memória’ exerceu o oficio de motorista de ônibus coletivo e a mãe comerciante, ambos evangélicos. Claudio Crispim cursou o Bacharelado em Ciências Policiais de Segurança e Ordem Pública na Academia de Policia Militar do Barro Branco e, atualmente exerce a função de Capitão da Policia Militar do Estado de São Paulo. É casado com Jussara e é pai de dois filhos, Larissa e Vinícius. É articulista do Portal Estudo Bíblico (www.estudosbiblicos.org), com mais de 360 artigos publicados e distribuídos gratuitamente na web.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Skip to content