Perché Dio ha messo l’albero della conoscenza Del bene e Del male in mezzo al giardino?

image_pdfimage_print

“Se lui non vuole che ciò accada, perché ha messo quell’albero nel mezzo del giardino – e non al di fuori delle mura del Paradiso *” Veronika decide di morire, Paulo Coelho. Per Mari, personaggio del romanzo ‘Veronika decide di morire’, lo scrittore Paulo Coelho, cacciata dal giardino dell’Eden della coppia era arbitraria e senza fondamento giuridico “… solo per aver infranto la legge arbitraria, senza motivi legali non mangiano frutto del bene e del male Ditto “. Tuttavia, la domanda di cui sopra può essere formulata senza timore di alcuna punizione, o che sta commettendo un sacrilegio o blasfemia. Obiettivo sapere perché Dio ha messo l’albero del bene e del male conoscenze in mezzo al giardino, senza alcuna barriera che impediva l’uomo per accedervi, però, è ben consigliato di notare che l’atto di fare una domanda, e in funzione che fa la domanda, può ospitare le più varie nelle loro intenzioni rigonfiamento.


Perché Dio ha messo l’albero della conoscenza Del bene e del male in mezzo al giardino?

Questa domanda non deve essere fatto solo da atei, scettici, maghi, spiritisti, e altre correnti di pensatori laici, ma deve essere fatto principalmente da cristiani. Non voglio dire “cristiani con fulcro attraverso la religione, la morale, o formalità, ma coloro che effettivamente credono nella dottrina di Cristo.

La domanda può essere formulata senza timore di alcuna punizione, o che sta commettendo un sacrilegio o blasfemia. Obiettivo sapere perché Dio ha messo l’albero del bene e del male conoscenze in mezzo al giardino, senza alcuna barriera che impediva l’uomo per accedervi.

Ma è saggio notare che l’atto di fare una domanda, e seconda di chi pone la domanda, può ospitare le più varie nelle loro intenzioni rigonfiamento.

Per capire questa peculiarità proprie domande, torniamo all’evento in Eden:

Il ‘serpente’ chiesto una domanda alla Donna, “Ha DIO veramente detto, ‘non potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino” (Genesi 3: 1). Il ‘serpente’ voleva sapere, o mettere in discussione l’ordinanza divina? Quale prospettiva motivato l’interrogante?

Notate ciò che il ‘serpente’ astuzia potrebbe con la domanda posta a lei,

  • Ha chiamato l’attenzione di Eva il frutto della conoscenza del bene e del male albero;
  • ha sottolineato l’idea di un divieto esacerbata, fuori luogo e Che non è mai esistito;
  • la donna si sentiva come sicura di sé, dimostrando il ‘serpente’ conoscenza superiore;
  • Pertanto, la donna ha mancato per rifugiarsi nella parola di Dio, e;
  • Ha avuto la possibilità di esporre la bugia che ha prodotto l’errore.

La domanda, ‘Perché Dio ha messo l’albero nel mezzo del giardino’ è rilevante e deve essere fatta quando si ha il desiderio di sapere, tuttavia, a seconda del contesto, o il tempo è fatto, può essere utilizzato per appiattire. Notare Che:

“Se lui non vuole Che ciò accada, perché ha messo quell’albero nel mezzo Del giardino – e non AL di fuori delle mura Del Paradiso *” Veronika decide di morire, Paulo Coelho, São Paulo, Brazil Planet Editore, 2006, pagina 108. .

Di fronte a domande come questa è Ben consigliato di controllare ciò Che La motivazione dietro:

  1. a) il desiderio di conoscere, o;
  2. b) sollecitare criticare, appiattire, ecc?

Un altro punto da considerare si riferisce allo stato emotivo Del questionario.

La domanda sullo schermo dovrebbe essere fatto, però, non bisogna disconoscere Che solo i momenti squilibrio emotivo. Perché mettere in discussione La divinità di ragioni solo quando non si è benestante, quando si perde un parente, quando si tratta di un rapporto frustrante, quando premuto, quando in incidenti mortali, catastrofi, ecc?

Se l’interrogante vuole arrivare alla verità non può essere compromessa emotivamente.

È noto Che uno dei problemi scienza moderna è lo strumento, cioè lo strumento analitico di certi eventi scientifici. Come analizzare un atomo senza strumento di analisi interferire con Le dinamiche dell’atomo? Se analizzato da un microscopio, La luce si protende nel atomo non interferisce in ciò sta guardando, interferire con La misurazione e La diagnosi? Con l’introduzione di alcuni coloranti in cellule di vederlo, non interferiscono con le dinamiche dei loro composti?

Diranno un’analisi Che dipende esclusivamente da relazioni logiche, La persona in cerca di una risposta è impegnata emotivamente? Se Le domande, La base di qualsiasi ricerca di conoscenza, già irto di elementi distorti nascono?

Ne consegue che, se una persona è emotivamente compromessa, si sente solo ciò che si desidera ascoltare, e vedere solo ciò che si vuole vedere. Così, abbiamo una vera dichiarazione del detto popolare: “Il cieco di chi non vuol vedere.”

Dal momento Che il diavolo ha fatto la domanda per la donna, “Ha DIO veramente detto: ‘Non dovete mangiare di tutti gli alberi del giardino” (Genesi 3: 1), sottolineando il divieto che effettivamente non esisteva, molti pensatori solo sentire e vedere in ordinanza Dio ha dato all’uomo il divieto. Anche accusare Dio per provocare l’uomo alla disobbedienza, o Che Dio ha inventato La punizione.

Ma ciò Che Dio ha detto all’uomo? Non atei hanno letto quello Che ha detto Dio? Non i critici aperti Ed effettivamente leggere Il libro Che contiene Le registrazioni di quello Che ha detto Dio?

Notate cosa disse Dio, “di tutti gli alberi Del giardino Tu potrai mangiare…” (Gen 2,16). Ciò Che Dio ha sottolineato? Dio ha sottolineato Che l’uomo era libero, e potrebbe agire a suo piacimento. Adamo poteva potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino, invece, il ‘serpente’ ha sottolineato la donna solo un divieto.

E ‘sorprendente Che in ogni accusa contro Dio citare Le sue parole, come riportato in Genesi, in particolare, “di ogni albero Del giardino puoi mangiare liberamente…” (Gen 2,16). Di solito etichettare Il frutto della conoscenza Del bene e Del male albero solo ‘frutto proibito’. E Il frutto non è mai stato ‘bandito’ a causa di tutti gli alberi l’uomo potesse mangiare ‘liberamente’.

L’induzione Del ‘serpente’ oscura La verità a quelli Che si dilettano in chiaro Che a loro piace Il loro cuore. Sbagliato per amalgamare La domanda di parte Del ‘serpente’ ordinanza divina, e interpretare solo come divieto. Beh, Il predicatore ha detto: “Lo stolto non ha piacere in saggezza, ma solo per manifestare ciò Che piace Il tuo cuore” (Proverbi 18: 2).

Ciò Che è evidente nel decreto divino? Dio dà Adam l’esercizio Del libero arbitrio!

Dio ha messo l’albero Del bene e Del male conoscenze in mezzo AL giardino, senza alcuna barriera Che impediva l’uomo di mangiare dei suoi frutti per darvi La libertà.

Se l’albero della conoscenza Del bene e Del male non è stato inserito tra gli altri alberi di Eden, Adamo era effettivamente libero? C’è libertà quando non ci sono limiti? Come progettare libertà senza un riferimento stabilito?

Non ci sono limiti a Dio? Resta inteso Che Dio è libero, ma Egli non può mentire. Dio non può tornare indietro sulla sua parola. Egli non può promettere e non rispettano! Anche se Dio è Dio, sottomette alla sua parola! Tuttavia, Egli è La massima espressione di libertà!

La libertà non è nel fare ciò Che viene posto il veto prima è la possibilità di rifiutare o non vietato.

Senza l’albero e senza avvertimento divino non ci sarebbe l’esercizio della libertà, e l’uomo è legato a Dio, anche contro La loro volontà. La regola (libera) e l’eccezione (ma) andare insieme per essere fattibile l’esercizio della libertà (Gen. 2:16 -17). Tutti gli alberi Del giardino potevano degustare liberamente, ma, l’uomo dovrebbe considerare Che, se ha mangiato dell’albero Del bene e Del male della conoscenza, avrebbe portato Le conseguenze (separazione da Dio).

Anche se creato libero, non ci sarebbe motivo di tale libertà se Adamo non ha avuto La possibilità reale di esercitarla. Che cosa è La libertà senza La possibilità di essere schiavi? Scegliere il proibito non è davvero la libertà, perché non risiede in vietata prima, la possibilità di rifiutare qualcosa fattibile: servitù.

Proprio come La comunione con Dio (La vita) è stato antagonista della vendita della gloria di Dio (morte), di essere con Dio è La libertà, e alienato da Lui schiavitù Del peccato.

Solo se lo Spirito di Dio, lì è La libertà, in modo Che solo Dio l’uomo è libero e vive (2 Corinzi 3:17).

Adamo non ha cercato il frutto di essere liberi, perché per provare, passò la condizione di arrestati, presentando alla propria decisione.

Ad un certo punto Adam è stato sotto pressione per prendere una decisione?

La libertà è evidente, chiaro, ad Adamo non fu costretta a prendere qualsiasi decisione. Era libero perché non c’era alcun tipo di oppressione Che lo costringerebbe a prendere una decisione.

Adamo non conosceva Le conseguenze delle loro azioni? Non aveva Le conoscenze per prendere una decisione? Sarebbe una benedizione ignoranza?

La lotta per informazioni, rifiutando qualsiasi regime politico Che viola il diritto all’informazione è una costante per l’umanità nel corso dei secoli. Ma perché accusano induzione disobbedienza di Dio per La concessione di un diritto tanto cara a Adam quando informato delle conseguenze delle loro azioni?

L’uomo è libero solo quando si conoscono Le conseguenze delle loro azioni. L’uomo è libero quando si è permesso di prendere decisioni. L’uomo è libero quando si ha La conoscenza per prendere le proprie decisioni.

L’ordinanza divina era in alcun modo arbitrario, piuttosto Che qualsiasi sistema giuridico Che l’uomo abbia mai inventato. L’ordinanza divina è l’espressione più sublime dello spirito della legge: essa mira a preservare il patrimonio più importante dell’uomo – la vita e la libertà.

Anche se non mangiare la frutta dall’albero, Adam sarebbe rimasto vivo (uniti a Dio), perché il risultato è stato chiaro: sicuramente die (alienazione da Dio). Mentre ritornello dall’albero della conoscenza Del bene e Del male Adamo sarebbe rimasto libero, ma dopo aver mangiato, fare sarebbe un prigioniero della propria decisione.

Per Mari, personaggio Del romanzo ‘Veronika decide di morire’, lo scrittore Paulo Coelho, cacciata dal giardino Dell’eden della coppia era arbitraria e senza fondamento giuridico “… solo per aver infranto la legge arbitraria, senza motivi legali non mangiano frutto del bene e del male Ditto “.

E ‘inconcepibile Che qualcuno, e utilizzare come esempio gli argomenti di carattere Mari, legate a un sistema legale Che è redatta in modo Che La gente comune non capisce i requisiti, e questo regime sostiene il principio che nessuno può rivendicare l’ignoranza della legge , in dubbio che ci fosse l’arbitrarietà nell’ordinanza di Eden.

Ci sarebbe arbitrario se Dio legiferare a proprio vantaggio, ma l’ordinanza dato ad Adamo è stato il solo scopo di preservare ciò che apparteneva all’uomo. Rendere qualcuno responsabile penalmente, anche se inconsapevole della legge, è quello di legiferare a favore della legge, non subordinato di diritto.

Non c’è nulla in questo margine accusare Dio di arbitrarietà, ma gli accusatori vuole mettere l’ordinanza divina in sospensione, anche vivendo in un sistema giuridico Che naviga i principi inferiori di ordinanza divina. Mentre l’ordinanza divina lo scopo di preservare Le due cose più preziose Che è stato dato all’uomo, gli ordinamenti giuridici di oggi sono proposti per mediare i conflitti di interesse, essendo eminentemente punitivo. Per esempio: uccidere qualcuno si riduce a una pena detentiva.

L’accusa Che Dio ha inventato La punizione attraverso l’ordinanza dato ad Adamo si basa su una logica semplicistica senza nemmeno indagare i fatti descritti nella “Bibbia Dio (…). Al contraria ha scritto La legge e ha trovato un modo per convincere qualcuno a romperlo, solo per essere in grado di inventare Punizione idem”.

“E Il Signore Dio comandò all’uomo, dicendo: Di ogni albero Del giardino puoi mangiare liberamente, ma dell’albero Del bene e Del male della conoscenza, non si deve mangiare, per Il giorno si mangia della stessa, si morirai “(Genesi 2:16 -17).

Qual è La conseguenza della decisione dell’uomo di mangiare Il frutto dell’albero della conoscenza Del bene e Del male? Morte. La morte da cui Dio ha fatto riferimento non era La fine delle funzioni vitali Del corpo, perché quando si parla di morte fisica dell’uomo Usa ‘ritorno alla polvere’ Il termine.

Se c’era solo Adamo Ed Eva Nell’eden, sarebbero morti per chi? La decisione di mangiare Il frutto comporterebbe alienazione, una barriera tra Dio e gli uomini. Solo Il termine “morte” per descrivere il ‘nuovo’ condizione rilevante per l’uomo dopo la caduta.

Quando Dio ha avvertito: ‘non devi mangiare’, è stata La segnalazione Che, se l’uomo non intende più relazionarsi e dipendono dal Creatore (vita), Che si avvale della conoscenza Del bene e Del male di frutta. Mentre l’uomo era libero, se non La maggior parte voleva vivere in dipendenza cura e conoscenza Del Signore, potrebbe ‘essere’ senza di lui (La morte).

Dopo aver mangiato il frutto della conoscenza del bene e del male, l’uomo è diventato come Dio, conoscendo il bene e il male. La barriera inimicizia è stata eretta (morte, La separazione, l’alienazione…), e l’uomo ha continuato a giocare per Le conoscenze acquisite.

Dio nessuno opprime (Giobbe 37h23min), e tenta nessuno AL male (Giacomo 01h13min), quindi, La caduta dell’uomo non è venuto dal Creatore. E ‘stato l’uomo Che ha lanciato La presenza Del Creatore.

Dopo aver mangiato il frutto e la matrice (alienazione), l’uomo divenne schiavo per essere la sua decisione. Anche se ad essere come Dio, conoscendo il bene e il male, è stato alienato Dio, quindi, è stato chiesto di tenere il loro proprio. Quando condiviso La gloria di Dio, l’uomo non era come Dio, conoscendo il bene e il male, ma Dio è venuto da tutte le cose. Di ogni albero Del giardino Che è stato piantato dal Signore l’uomo poteva mangiare liberamente, con La caduta, l’uomo era in possesso delle conoscenze necessarie e necessario per mantenere il sudore della sua fronte (Genesi 3,19).

La condizione di Adam equivale al figlio che gestisce l’emancipazione del padre: in piedi da soli. Quando era a conoscenza abbastanza fino e tendono il giardino di Dio, ora, fuori dal giardino, il terreno è stato messo per la produzione di spine e cardi, in modo che l’uomo provesse loro sostentamento attraverso il sudore della fronte (Genesi 3:18). Il lavora non è una punizione, perché l’uomo ha lavorato da quando è stato messo in giardino.

L’uomo è diventato ‘indipendente’, dopo La caduta, e fu scacciato dal Giardino dell’eden di avviare La loro fatica arare un territorio “difficile” Che producono sudore secondo la misura del lavoro dell’uomo (Genesi 3:23). Si noti Che c’è una grande differenza tra ‘libertà’ (vita) e ‘indipendenza’ (La morte). Quando è libero, c’è un rapporto stabilito tra Le parti, ma AL momento di stabilire l’indipendenza, Le relazioni sono tagliati fuori.

Prima Che l’uomo caduta era libera di decidere se è rimasto se stesso separato dal Creatore. Dopo la caduta, divenne schiavo della propria decisione, perché non ha i mezzi per tornare al Creatore. Anche se molti cercano di nuovo AL Creatore per conto proprio, sono destinati AL fallimento.

Torna a vivere è possibile solo attraverso il Creatore stesso, puntando con amore attraverso la sua parola. Poiché l’uomo non ha dato credito (crede) La parola Che era per la vita, l’unico modo in cui l’uomo alla vita è credere nella parola del Verbo incarnato – Cristo, che in Eden è stato legato alla ‘teofanicamente’ con Adam.

Ecco perché Cristo dice: “Chi crede in me, come ha detto La Scrittura, fiumi di acqua viva dal suo seno” (Giovanni 07:38) Basta credere Le Scritture! Non hai bisogno come Eva ha fatto, Che invece di credere nella parola di immagine espressa di Dio, ha cercato di rafforzare La sua parola “E La Donna disse AL serpente: Del frutto di giardino alberi mangiano, ma dell’albero Che è in mezzo AL giardino Dio ha detto: Non NE dovete mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete “(Genesi 3: 2 -3).

E ‘stato sufficiente a credere alla parola Del Signore Che ha detto loro Che’ sicuramente morire ‘se avrebbe usato La libertà che avevano, e mangiare dell’albero del bene e del male conoscenza. Indotta dal serpente, Eva sconvolto l’ordinanza, Che ha sottolineato La libertà, vigile e attento, rendendolo un ‘diritto’ rigorosamente proibitiva: “Non NE dovete mangiare di essa, non lo dovete toccare, altrimenti morirete” (Genesi 3: 3).

Dove c’è un solo ‘diritto’ proibitivo AL posto Del decreto Che promuove la libertà, la lussuria funziona nell’uomo, per comprendere la libertà dell’ordinanza come strettamente un comandamento (Law), il peccato opera ogni lussuria. Per esempio: Eva guardò e vide Che l’albero era buono da mangiare, piacevole per gli occhi e desiderabile per diventare intelligente (Mentre considerato l’ordinanza come strettamente essere un comandamento, il peccato attraverso il comandamento lavorato ogni lussuria), ha fatto ricorso il frutto e ne mangiò.

Anche se il divieto (legge) non è il peccato, l’uomo conosce solo la lussuria di fronte al divieto (legge). La libertà ‘di ogni albero Tu potrai mangiare’ il peccato era morto, lo stesso che vivere senza la legge, perché la legge (divieto) ha solo motivazioni per i trasgressori (1 Tim 1: 9), mentre l’ordinanza sulla cura gratuito. Solo divieto ‘non mangerà di Esso’, il peccato pensare occasione, perché finisce per lavorare ogni lussuria.

Mentre c’era libertà uomo viveva, ma il divieto di ‘non mangiare ne’, la lussuria ha portato il peccato che ha portato la morte. Si noti Che il comandamento che era per la vita, è diventata la morte. Il comando (ordinanza) è santo, giusto e buono, e La legge (divieto) Santa, tuttavia, il peccato occasione trova nell’ordinanza viene ucciso l’uomo. Sin trova solo un’occasione perché, indotta dalla domanda Del serpente, Eva capito Che l’ordinanza si limitava rigorosamente una legge proibitiva, e attraverso il comandamento ‘non ne mangiare’, il peccato ha ingannata e l’ha uccisa.

Pertanto, qualsiasi lettura delle Scritture deve capire che dove c’è lo Spirito del Signore c’è libertà, ma solo la legge genera ira: per il peccato si trova sempre in occasione della legge attraverso la lussuria.

La legge viene imposta solo ai trasgressori (1 Tim 1: 9), e per i trasgressori (Gal 3,19). Sia La legge, “mangiato dell’albero di cui ti avevo comandato di non mangiare” (Genesi 3,11), come la legge di Mosè si sono aggiunti a causa della trasgressione, in quanto opera l’ira di Dio, invece di cura ordinanza, che si giustifica per il giusto (1 Tim 1: 9).

Per vincere il ‘serpente’, Eva era sufficiente a rispettare l’ordinanza divina come ha fatto Cristo, quando Egli disse: “non è scritto di solo pane vive l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio” (Mt 4, : 4). C’è una differenza tra:

  • Che cosa disse Dio, “Di ogni albero Del giardino puoi mangiare liberamente, ma dell’albero Del bene e Del male della conoscenza, non si deve mangiare, per il giorno si mangia della stessa, si morirai “(Genesi 2:16 -17);
  • Che cosa ha detto Eva, “Dal frutto degli alberi Del giardino mangiare, ma Del frutto dell’albero Che è in mezzo al giardino Dio ha detto: Voi non mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete” (Genesi 3: 2 -3) .

Ha dimenticato Che tutti gli alberi potevano mangiare liberamente, Che ha portato a una conclusione sbagliata: “Non mangiate e non lo dovete toccare…”.

Mentre il sistema giuridico di oggi persegue l’autore del reato di imporre la pena prescritta, l’ordinanza di Eden messo solo l’uomo consapevoli delle conseguenze delle loro azioni. Dio non ha perseguito l’uomo per punirlo prima Che l’uomo ha sofferto le conseguenze della sua decisione in modo mangiò il frutto.

Mentre il serpente ha fatto la conoscenza del bene e del male, come attraente per gli esseri umani di mangiare il frutto, solo Dio ha avvertito che se avesse mangiato il frutto, l’uomo avrebbe stabilito una barriera tra l’uomo e Dio (la morte, il peccato, l’alienazione, la schiavitù).

Se Dio ha messo una barriera tra l’uomo e l’albero Del bene e Del male conoscenze, stabilire un rapporto di diffidenza tra Creatore e creatura. Oggi gli scettici non accusano Dio fare un ‘voto’ di fiducia nell’uomo. Se ci fosse una barriera tra l’uomo e l’albero della conoscenza Del bene e Del male, sostengono che a un certo punto l’uomo era libero.

Che cosa vediamo? Qual è lo scopo delle questioni Che vengono sollevate oggi? Cercare informazioni o vuole appiattire Dio?

Ci Istigazione alla criminalità, la disobbedienza, la ribellione la seguente ordinanza?

“Il Signore Dio comandò l’uomo dicendo: Di ogni albero Del giardino puoi mangiare liberamente, ma dell’albero Del bene e del male della conoscenza, non si deve mangiare, perché nel giorno si mangia della stessa, si morirai” (Genesi 2:16 -17).

  • Dio sottolinea piena libertà – “Di ogni albero Del giardino puoi mangiare liberamente…”;
  • Diffida senza indurre una decisione: “… ma dell’albero Del bene e Del male della conoscenza, non NE mangiare…”;
  • motivazione Alert, le conoscenze necessarie per una decisione: “… nel giorno si mangia della stessa, si morirai”;
  • Conseguenza della decisione: “… sicuramente morire”;
  • ‘legale’ da ‘istruito’ Pozzo: La vita e la libertà.

Se Il riconteggio Bibbia che Dio ha lasciato l’albero senza preavviso in giardino, e piantato tra gli altri alberi simili, e involontariamente l’uomo mangiò il frutto e morì, accusare Dio di tacere, ingiusta e senza amore per le sue creature.

Mari, dopo aver interrogato la motivazione di Dio mettere l’albero della conoscenza del bene e del male in mezzo al giardino, satira la narrazione degli eventi, dopo la caduta dell’uomo e suggerisce che Dio stava essendo sadica:

“Quando La legge era rotto, Dio – il Giudice Onnipotente – anche simulato un inseguimento, come se sapessero tutti i possibili nascondigli. Con gli angeli guardando e divertendosi con la beffa (vita per loro, inoltre, essere molto turbato, dal momento che Lucifero aveva lasciato il Cielo), ha iniziato a camminare. Mari pensava così passo biblico farebbe una bella scena in un thriller: i passi di Dio, sembra spaventata che la coppia scambiato tra di loro, le gambe improvvisamente si fermò accanto al Ditto cache “.

Quale avvocato Mari del romanzo è, molti lo fanno in un giorno per giorno. Utilizzare le proprie conoscenze professionali, o la loro formazione accademica per appiattire ciò che non capiscono.

I passi di Dio in Eden fosse una scena in un thriller? Dio ha piedi? Dio ha simulato una ricerca? Dio era sadico?

Conoscenze giuridiche, storiche e anche scientifiche sufficienti per valutare le domande di cui sopra. Ma se si ha conoscenza della Bibbia, non c’è nessun ostacolo, in ogni passo della Bibbia.

In generale la visione incauto questo tratto della Bibbia Dio nella sua gloria e maestà, tuttavia, dimenticare che nella Bibbia ci sono numerosi eventi teofania. Teofania è un concetto teologico della natura che significa la manifestazione di Dio in ogni luogo, cosa o persona. Gli eventi conteggiati più evidente si riferisce al popolo di Abramo (Genesi 18: 1 -2) e Mosè (Es 3: 2 -6).

Ma la teofania più importante si è verificato in Eden, perché Adamo fu creato dalla polvere del suolo e era collegato direttamente con l’immagine espressa di Dio – Cristo. Chi è l’impronta di Dio? Lo scrittore agli Ebrei dice: Cristo, il Figlio di Dio (Eb 1: 2 -3). Gesù è l’impronta di Dio, erede di tutte le cose, e per mezzo di lui il mondo è stato fatto, compresa la creazione di Adamo (Proverbi 30: 4).

Quando Dio disse: “Facciamo l’uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza” (Gen 1,26), l’impronta di Dio è stato incaricato di questo compito. Come Dio creò l’uomo a sua immagine? L’impronta Del Dio invisibile, il Verbo eterno che doveva incarnare, anche responsabile di tutta la creazione, ha creato l’uomo come la sua figura (Genesi 1:27; Rm 5,14).

Ricordando Che il dato non è l’immagine stessa delle cose, abbiamo solo glorificato Cristo è l’immagine e somiglianza di Dio, e solo gli uomini che ricompaiono con lui raggiungere l’eterno scopo stabilita in Eden, che è per l’uomo come immagine di Cristo, secondo la visione di Cristo, che è l’immagine espressa di Dio (Genesi 1:27).

Dio creò l’uomo a immagine di Cristo come colui Che è come lui, cioè, come suo Figlio. E mentre l’uomo è stato fatto ad immagine Del Figlio di Dio? Il Figlio di Dio (immagine di Dio) ha creato. Cioè, Dio creò l’uomo l’immagine Del suo Figlio, il Figlio ha creato (Genesi 1:27).

È per questo Che Dio formò (mani) l’uomo con polvere Del suolo e soffiò nelle sue (respiro) nelle narici (bocca) (Gen. 2: 7). Inoltre, piantò un giardino in Eden, e vi pose l’uomo, Che non è l’immagine molto (espresso) prima di una figura di Cristo, Che è l’espressa immagine (esatto) di Dio.

Il Signore Gesù ha usato le mani per fare un aiuto per Adamo (Genesi 2:21), ha parlato per la coppia (Gen. 3: 8), e vestiti fatti per entrambi (Gen. 3,21). O Adam non ha nascosto perché sentì dei passi prima perché ha sentito la voce del espressa immagine di Dio. Si nascosero perché non volevo Che Dio (teofania = impronta di Dio) li vide, senza costumi.

Come è apparso Cristo ad Abramo, anche apparso Ed è stato correlato ad Adamo, che era la sua figura: “Tuo padre Abramo esultò per vedere il mio giorno: e vide e se ne rallegrò” (Giovanni 8:56; Rm 5,14).

Per coloro Che non capiscono questi eventi, sembra comico un Dio potente cercare una coppia nel giardino di Eden, ma Adam è stato associato con l’immagine espressa di Dio, perché egli ha ricevuto da lui l’ordinanza. A volte il Signore ha visitato la coppia in giardino, ha fatto in teofania, non unfading gloria.

La visita Del Signore non era con voce di tuono, come osservato in altre apparizioni, prima che Adamo ha parlato con qualcuno che era suo pari, come lui. Dopo la caduta, Dio ha parlato di nuovo con Adam come aveva sempre fatto, e non con il fuoco, fulmini, tuoni e oscurità per terrorizzare lui.

Ora, quando Dio li ha chiamati per concludere La giornata, la coppia ha deciso di nascondere. Lungi da Dio simulato un inseguimento, prima Che la coppia è che si proponeva di nascondersi. Infine, per chiedere loro di nuovo: “Dove sei?”, Ha detto Adam loro follie e La vergogna di essere nudi.

L’uomo è diventato come Dio, conoscendo Il bene e il male (Gen. 3,22). Adamo Ed Eva hanno raggiunto il ‘serpente’ detto loro (Genesi 3: 5), tuttavia, fatto uso di alienazione da Dio.

Non è stato Dio Che ha imposto a uomini migliaia di regole e leggi Che hanno. La necessità di regole e leggi è qualcosa natura stessa dell’uomo.

Anche prima Del peccato, quando gli viene chiesto dal serpente, Eva esacerbato l’ordinanza divina: “Non ne dovete mangiare di essa, non lo dovete toccare, altrimenti morirete” (Genesi 3: 3). Uomini per te sono Le leggi, perché creano Le leggi, le regole e si dilettano in questioni morali. Pune qualsiasi Che non rientrano nelle sue regole.

Dio ha creato l’uomo nudo e ha dato loro alcuna legge contro la nudità, ma l’uomo si vergognò di se stesso, e ha deciso di propria iniziativa di coprirsi (Genesi 3: 7).

Perché appiattire Dio, se tutto ha creato era buono? “Ma, o uomo, chi sei tu Che a Dio? La cosa formata dirà a colui Che La formò, Perché mi hai fatto così? “(Romani 9:20 -21) ?.

Gli accenditori vedono solo l’ordinanza divina un mezzo inventato da Dio per punire l’uomo, tuttavia, ciò Che legale sistema modello è aspettare di punire l’uomo: gli ordinamenti giuridici attuali, o l’ordinanza di Eden? Qualcosa è preventiva nel sistema giuridico di oggi?

Infine, sottolineiamo la necessità di porre domande, per quanto assurda che può sembrare a prima, se siamo interessati a sapere, però, quando sono colpiti da una domanda, rivedere l’intento del questionario.

Dopo aver chiarito l’intento Del questionario, se non siete sicuri, cercare la risposta nella Bibbia, come l’apostolo Giacomo è stato chiaro quando ha detto: “Ora, se qualcuno di voi manca di sapienza, la domandi a Dio, che dona a tutti generosamente e senza rimprovero e sarà dato “(Giacomo 1: 5).

Claudio Crispim

Nasceu em Mato Grosso do Sul, Nova Andradina, em 1973. Aos 2 anos, sua família mudou-se para São Paulo, onde vive até hoje. O pai ‘in memória’ exerceu o oficio de motorista de ônibus coletivo e a mãe comerciante, ambos evangélicos. Claudio Crispim cursou o Bacharelado em Ciências Policiais de Segurança e Ordem Pública na Academia de Policia Militar do Barro Branco e, atualmente exerce a função de Capitão da Policia Militar do Estado de São Paulo. É casado com Jussara e é pai de dois filhos, Larissa e Vinícius. É articulista do Portal Estudo Bíblico (www.estudosbiblicos.org), com mais de 360 artigos publicados e distribuídos gratuitamente na web.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Skip to content